Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di Cascina Biblioteca su Facebook!

Le vacanze delle residenze a Ponte Di Legno…intervista a Paolo

Quest’anno le vacanze in montagna (a Ponte di Legno) dei ragazzi delle residenze di Cascina Biblioteca sono state innovative e bellissime!

La scelta di rompere la tradizione e di andare in una casa in autogestione, piuttosto che in albergo, è stata vincente e ha dato i suoi frutti.

Ecco il racconto di Paolo, uno dei ragazzi che vive a casa sua ma all’interno di uno dei nostri progetti residenziali (il progetto “a casa mia” appunto) e che durante l’anno frequenta lo SFA di Cascina Biblioteca.

Paolo ci racconti come sono andate le tue vacanze?

Sono andate molto bene! Mi sono divertito!

Ma sono state diverse rispetto agli anni scorsi?

Si…eravamo in una casa nostra, non in albergo. Era tutto più accogliente, gli orari erano più liberi…Potevamo fare quello che ci piaceva.

Ad esempio?

Durante il giorno si facevano dei giretti in paese: il paese era molto bello! C’era il bar e poi c’erano tanti ponti. Poi a volte abbiamo fatto anche delle passeggiate più lunghe, prendendo anche la cabinovia. Ad esempio siamo andati al Passo del Tonale…bellissima giornata! Ognuno aveva il suo zaino con dentro tutto quello che poteva servire e abbiamo fatto il pranzo al sacco quando siamo arrivati in cima.

Ma chi cucinava per tutti?

C’erano “le scoutine”…delle ragazze scout che si occupavano di cucinare e di tenere a posto la casa…sono state molto brave!! Si mangiava benissimo! C’era chi faceva sempre il bis…e anche il tris a volte!

E poi si poteva anche scegliere cosa mangiare…ad esempio a colazione qualcuno mangiava i biscotti, qualcuno il pane, qualcuno le fette biscottate…io mangiavo il caffelatte con le fette biscottate e a merenda la frutta.

Poi un giorno ho chiesto alle scoutine di farmi le tagliatelle al pesto e loro me le hanno fatte! Si mangiava meglio che in albergo!

Quindi durante il giorno facevate giri in paese o passeggiate…e quando pioveva?

Durante il giorno ognuno poteva scegliere cosa fare, si poteva anche decidere di stare a casa a riposarsi. Ma avevamo anche la possibilità di andare in autonomia in paese. La casa era vicina al centro del paese.

Quando pioveva stavamo a casa a giocare (abbiamo fatto tante sfide a trivial pursuit, avevamo puzzle, giocavamo a carte..Io giocavo sempre a carte con Alfredo e Savino). Oppure si poteva vedere qualche film (The Avengers, Guerre Stellari, un film di Woody Allen, qualche cartone animato che però io non ho visto perchè non mi piacevano…quel giorno sono andato a fare un giro in paese!). Se no stavamo nel salone a scrivere e a disegnare.

Alla sera cosa facevate?

Alla sera a volte facevamo la discoteca! Bellissimo! Il salone che c’era a piano terra era il posto dove stavamo tutti insieme. Però se qualcuno era stanco poteva andare di sopra a riposare. Di sopra c’erano le camere.

E poi c’erano i volontari che a volte suonavano la chitarra.

Una sera abbiamo mangiato più tardi perchè ci stavamo tutti riposando…fuori dalla casa c’erano anche dei divanetti su cui poter far la pennichella al fresco..bellissimo!

Raccontami un po’ come erano le stanze..

C’erano delle stanze più piccole e delle stanze grosse.

Io ero in camera con Luca, Sergio e Stefano. c’erano due letti a castello e due letti singoli. E poi c’erano degli scaffali su cui appoggiare tutte le nostre cose. Quando i vestiti erano sporchi li portavamo nella lavanderia a gettoni del paese.

Ma qual è stata la cosa che ti è piaciuta di più?

Le passeggiate! ne abbiamo fatte tante…al Passo del Tonale, a Vezzadoglio, a Temù…quel giorno ha anche diluviato! Poi passeggiate al laghetto, nel bosco..poi si facevano i pranzi al sacco o nei rifugi.

La cosa bella era anche che si stava insieme, per esempio si faceva colazione insieme o si giocava a carte.

E l’ultimo giorno abbiamo fatto anche la grigliata!

Mi sono divertito! Questa vacanza la rifarei, aspetto l’anno prossimo per tornare.

Ero talmente rilassato che quando ci spostavamo in pullman sono riuscito anche a dormire (normalmente proprio non riesco…)

+Copia link

0 Responses to “Le vacanze delle residenze a Ponte Di Legno…intervista a Paolo”