Comunicati stampa

  • Disabilità: giornata internazionale

    Disabilità: giornata internazionale

    Andrea Brizzolari - 03 dicembre 2013

    Oggi, in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità.

    L’iniziativa vuole sottolineare il legame tra i diritti delle persone con disabilità e lo sviluppo della società, e promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità.

    Ma quante sono le persone con disabilità nel mondo?

    Diamo alcuni numeri che ben mettono in luce l’importanza del fenomeno.

    Secondo alcune stime sono circa un miliardo le persone con disabilità  e l’82% di esse vive in paesi in via di sviluppo.

    Inoltre, solo il 5% dei minori con disabilità che vivono in Paesi con situazioni di  ha avuto accesso ad una educazione formale.

    Altri dati che colpiscono.

    L’80% delle persone con disabilità nel mondo non ha un impiego e spesso sono segregate in istituti e centri speciali

    Nel nostro Paese, le persone con disabilità sono circa 3 milioni, ovvero il 4,8% della popolazione.

    A sottolineare poi le difficoltà di questa congiuntura economica arrivano anche i dati Istat che mettono in luce l’aulmento del numero dele famiglie con alunni con disabilità che nel corso dell’anno scolastico 2010 – 2011 ha presentato ricorso al Tribunale civile o amministrativo per ottenere un aumento delle ore di sostegno, percentuale che raddoppia analizzando la situazione in cui si trovano le famiglie con figli disabili.

    Sempre in tema di bambini, secondo alcune stime, circa 93 milioni di bambini (1 su 20 tra quelli al di sotto dei 14 anni) convivono con una disabilità moderata o grave. Nei Paesi in via di sviluppo i bambini con disabilità sono gli ultimi tra gli ultimi, i più trascurati e vulnerabili.

    Abbiamo voluto mettere in evidenza alcuni dati sulla condizione delle persone con disabilità per sottolineare il grandissimo lavoro da compiere, in Italia e nel Mondo, per costruire una società veramente inclusiva, capace di offrire opportunità di istruzione, mobilità e lavoro che eprmettano alle persone con disabilità di essere protagonisti del proprio progetto di vita.

  • 5 per mille? Lo utilizziamo così

    5 per mille? Lo utilizziamo così

    Andrea Brizzolari - 03 ottobre 2013

    Proprio in questi giorni abbiamo ricevuto i fondi del 5 per mille, relativo alla dichiarazione dei redditi 2011. Grazie alle persone che nella loro dichiarazione dei redditi hanno scelto Il Fontanile, sono arrivati sul nostro conto corrente 7.676 €. Come li utilizzeremo? Presto detto.

    Saranno impiegati per pagare una parte dei lavori  di adeguamento delle aule e dei bagni dei nostri centri diurni di Cascina Biblioteca. Spazi che ogni settimana vengono vissuti, calpestati e consumati da almeno settanta persone con disabilità che frequentano quella porzione di Cascina Biblioteca.  Grazie, dunque, a tutte le persone che mci hanno donato il loro 5 per mille, siamo riusciti a realizzare queste importanti opere in favore dei nostri ragazzi. Grazie!

  • Le parole del nostro 2012

    Le parole del nostro 2012

    Andrea Brizzolari - 31 dicembre 2012

    Salutiamo il 2012 con una personalissima selezione delle parole o termini che ci hanno accompagnato durante questo anno.

    Animazione
    , intesa come movimento, vivacità, vita. Un nostro impegno quotidiano insieme ai tanti ragazzi con disabilità e insieme ai tanti bambini che vengono a visitare la cascina.
    Biblioteca Cascina, la nostra sede storica che ogni giorno accoglie oltre 200 persone. Una realtà viva, un esempio a Milano di realtà di solidarietà sociale. Consorzi di cooperative. Smarriti e in cerca di ispirazione, sembrano aver perso lo smalto di un tempo. E se per tornare a dire qualche cosa dovessero osservare una cura dimagrante? Disabili, ovvero persone con disabilità. In Italia, almeno 2 milioni e mezzo di persone secondo le statistiche. Lavorando tutti i giorni in cooperativa Il Fontanile mi accorgo che le categorie sono delle invenzioni di comodo perchè i disabili non esistono. Ci sono le persone con i loro sogni e i loro tratti individuali. Eventi. Tanti quelli organizzati dal Fontanile nel corso del 2012 per creare legami, occasioni di festa e scambio tra le persone. Fusione tra cooperative, al fine di mettere insieme le energie e le persone e provare a diventare realtà più solide e capaci di un respiro un po' più lungo. Noi ci stiamo lavorando, insieme alla cooperativa Viridalia. Gli esiti nel 2013. Gara d'appalto per continuare nella gestione della residenza di via Fiamma. Prova superata e quindi si continua a lavorare con la consueta passione e attenzione. Per tre anni saremo casa e famiglia per 7 persone con disabilità. Insieme. L'unico modo che abbiamo di costruire un'impresa sociale di comunità. Insieme ai nostri soci, alle famiglie, alle istituzioni e alle persone che lavorano con noi. Lavoro. Un bene da difendere. Nel nostro piccolo, come imprenditori sociali, quest'anno abbiamo creato posti di lavoro. Speriamo di poter continuare. Mercatini di produttori agricoli. Quest'anno al Molino san Gregorio, nei mesi estivi, e prossimamente in Cascina Biblioteca per avvicinare le persone ai prodotti agricoli e far vivere sempre più le nostre cascine. Molino san Gregorio. Recuperare una cascina di proprietà del Comune di Milano e pensare nuove funzioni sociali. Ci stiamo lavorando e nel 2013 speriamo di partire con i lavori di recupero architettonico. Nuovi progetti. Tanti nella testa, speriamo di essere capaci di farne nascere almeno uno nel corso del nuovo anno. Orti collettivi. Di prepotente attualità complice la crisi economica. Quando anche in Cascina Biblioteca? Progetto Ferraris. Un nostro progetto che ha visto la ristrutturazione da cima a fondo di un immobile di proprietà comunale per maggiori servizi in favore delle persone con disabilità. Qualità. Anche quest'anno abbiamo ottenuto la certificazione. Certificazione, processi, standard, obiettivi. Senza perderci nei meandri del qualitese siamo convinti che possano darci una mano a fare sempre meglio il nostro lavoro, a patto di saperci mettere il valore aggiunto della passione e della sensibilità Risorse, scarse per definizione, e ancora più difficili da trovare in tempi di crisi. Noi sogniamo una politica seria che non speculi sui bisogni delle persone e sappia discernere rispetto alle priorità da affrontare. Sherek, l'orco buono che piace ai bambini e che ha rappresentato il tema della bellissima festa che a ottobre abbiamo vissuto con gli azionisti di solidarietà della cooperativa. Università. Pensiamo che lavorare con l'Università dove si riflette e si preparano i prossimi educatori professionali sia un bene per noi cooperative ma anche un bene per le università. Anche per il 2013, nel nostro piccoloi, continueremo a ricercare tutte le collaborazioni possibili con il mondo accademico Viridalia, cooperativa sociale che attraverso la cura del verde offre lavoro a persone fragili. Insieme stiamo lavorando ad un progetto di impresa sociale nuova.

  • Natale con la cooperativa Il Fontanile

    Natale con la cooperativa Il Fontanile

    Andrea Brizzolari - 25 dicembre 2012

    Un susseguirsi di numeri, 12, 13, 14, 17,18, 19, 20, 22 e 23 che non sono altro che le date in cui al Fontanile si è fatto festa per l’arrivo del Natale.

    Tante feste che messe tutte insieme e in fila costitusicono quasi una Novena laica che i ragazzi e gli operatori della nostra cooperativa sociale hanno vissuto in preparazione del Natale.

    Tante feste perche, mi piace pensare, una festa sola non è capace di contenere tutta la voglia di stare insieme e di essere gioia che solo i ragazzi con disabilità sanno donare.

    Tante feste capaci insieme di coinvolgere almeno 500 persone (persone con disabilità, famiglie, amici, operatori ecc) con le quali abbiamo condiviso sorrisi, attenzione, divertimento e calore.

    In un periodo di crisi e di difficoltà abbiamo investito energie e risorse per moltiplicare le occasioni di incontro e scambio di beni relazionali perché pensiamo che lo stare insieme a fare festa siano  un valore da coltivare per costruire una città migliore e più solidale.

    Feste semplici, le nostre,  però tante e capaci di coinvolgere molte persone perché la gioia non si può contenere e va condivisa. Questo è il dono che ogni giorno riceviamo dai nostri ragazzi e che abbiamo il compito di vedere e accogliere.

    Questo Natale non ci siamo tirati indietro. Ci siamo stati. Siamo stati cooperatori sociali capaci di accogliere, condividere e stare con le persone. E’ il regalo che mettiamo sotto l’albero.

     

  • Nasce Damatrà

    Nasce Damatrà

    Andrea Brizzolari - 01 dicembre 2011

    Fiocco rosa in Cascina Biblioteca.
    E' nata Damatrà: un'associazione di volontariato, composta per lo più da ragazzi giovanissimi, la cui finalità è semplice e impegnativa allo stesso tempo, promuovere azioni di solidarietà sociale nell’ambito dei servizi di assistenza alle persone con disabilità.
    Tanti i motivi  per cui essere lieti per la nascita di una nuova associazione di volontariato.
    Proviamo a vederli.
    Damatrà, il cui nome in dialetto milanese vuol dire "dammi retta", è:

    - Giovane, la maggioranza dei soci sono ragazzi intorno ai vent'anni.
    - Donna. Tante le ragazze presenti in associazione, tutte grintosissime.
    - Diversa. A differenza di quello che succe normalmente a guidare l'associazione abbiamo un presidente  che è giovane e donna.
    - Un segno di speranza. Vedere tanti ragazzi che con entusiasmo e passione costruiscono e consegnano alla città una nuova associazione che si pone l'obiettivo della solidarietà e della gratuità, dà respiro.

    Ecco, questi sono solo alcuni dei tratti  belli che intravvediamo sul volto di questa nuova associazione , appena nata. Al  suo presidente, Laura Gargantini, al direttivo e a tutti i soci di Damatrà auguriamo buon lavoro, sicuri che sapranno dare vita e fare crescere un'associazione capace di stupire per coraggio, generosità e intelligenza con cui sapranno interpretare la tradizione molto milanese della solidarietà in favore delle persone con disaibilità.

  • 1