0221591143

Giochi di ruolo come opportunita’ di crescita

Un’esperienza insolita per i giovani con disabilità del CAD

Il Centro Aggregazione Disabili Bisboccia di Cascina Biblioteca lavora per proporre a giovani e adulti con disabilità attività e iniziative di diverso tipo, anche grazie alla composizione multidisciplinare dell’équipe: arte, musica, teatro, sport, doppiaggio, benessere fisico ed emozionale.

Nel corso degli anni ha sviluppato e dato importanza a un metodo che pone al centro l’ascolto, il rispetto di sé stessi e degli altri, anche attraverso attività laboratoriali. In particolare, il “Laboratorio Emozionale” è molto apprezzato perché permette di esplorare le proprie emozioni imparando a conoscerle e distinguerle per poterle esprimere in modo efficace. Un luogo e uno spazio che vede nel “cerchio” lo strumento per ascoltare ed essere ascoltati, per raccontarsi e ricevere consigli.

Quest’anno l’equipe di educatori/trici e operatori/trici ha scelto di proporre un’attività differente, pensando che lo strumento dei giochi di ruolo abbia delle potenzialità per chi vive quotidianamente il CAD. Un’esperienza in grado di dare ai partecipanti un tempo in cui poter esprimere le proprie fantasie senza giudizio, esercitare empatia, ascolto e comunicazione, ma soprattutto divertirsi senza competizione.

Strutturato in diversi appuntamenti, il progetto del gioco di ruolo “Turno di Guardia” include sei incontri divisi per due gruppi di partecipanti, in cui i giocatori si sperimentano in un’avventura, scritta e narrata da due formatrici della Cooperativa Sociale Vivaio Famiglia (Giada Taribelli, pedagogista ed esperta di Gioco Di Ruolo; Giulia Misani, docente ed esperta del cerchio di parola), strutturata nei contenuti seguendo obiettivi e tematiche appropriate, scelte dall’équipe in fase preliminare.

L’équipe si è preparata anche grazie a due incontri di formazione utili per apprendere gli strumenti, le strategie di intervento e imparare a riconoscere il valore delle emozioni e delle sensazioni che emergono durante una sessione di gioco. Incontri che hanno mostrato le potenzialità che possono emergere in un contesto come quello del CAD, che ha cura delle emozioni, dell’ascolto e del gioco come strumento di crescita. A maggio ci sarà una sessione di formazione anche per i genitori, per lavorare sui bisogni della vita e a imparare a distinguerli da quelli dei figli, perché molte volte tendono a sovrapporsi.

L’esperienza si concluderà a giugno in Piemonte, quando si entrerà finalmente nel vivo: quattro giorni per gruppo, otto giornate in tutto, in cui si giocherà di ruolo, dove ognuno avrà un personaggio da rivestire non solo nel gioco, ma nella convivenza e tutti collaboreranno con turni di servizio (lavaggio piatti, gestione camere, gestione tavoli, pulizia, etc.). Non chiamatela vacanza, perché sarà un’occasione di crescita molto impattante.

Per rendere questa esperienza accessibile, sono stati creati degli eventi di raccolta fondi. Il primo si terrà domenica 12 maggio presso Hub Rizzoli, quando i ragazzi del CAD Bisboccia mostreranno il film di Harry Potter doppiato da loro, un lavoro che merita di essere visto! Grazie alla visione del film, con successivo aperitivo e vendita di t-shirt, si cercherà di raccogliere i fondi necessari a sostenere economicamente il progetto dei giochi di ruolo in Piemonte. Vuoi contribuire alla realizzazione di questo sogno? Partecipare alla raccolta fondi? Qui trovi i dettagli dell’evento!

Vuoi saperne di più? Guarda il video, i ragazzi e le ragazze del CAD raccontano il progetto!

13 marzo 2024

A CHI SI RIVOLGE?

ARTICOLI CORRELATI