0221591143

Un laboratorio di liuteria gestito da giovani con disabilita’

Riparazione, riutilizzo e lavoro in gruppo per i giovani del CAD

 

La liuteria è l’arte di progettare, realizzare e restaurare strumenti a corda ad arco e a pizzico come chitarre, violini, viole, mandolini.

Da un paio di anni il Centro di Aggregazione Disabili Bisboccia di Cascina Biblioteca dà vita ad un laboratorio legato a quest’arte: un progetto di liuteria ovvero un’attività di riparazione di strumenti musicali, che vengono sistemati per tornare come nuovi; oppure, al contrario, vengono riutilizzati per fare tutt’altro, come portaoggetti o elementi decorativi. Tutti i venerdì pomeriggi le persone con disabilità che fanno parte di questo gruppo lavorano insieme in questa attività concreta che li vede anche rispondere alle richieste, ben precise, dei committenti.

“È un laboratorio diviso in due parti: progettazione e produzione. Qui noi ragazzi e ragazze pensiamo a cosa riparare e a come decorare degli strumenti in base a quello che ci chiedono i clienti”, queste le parole di Pietro per descrivere il processo di lavoro che viene svolto. La progettazione si prende cura dei clienti e ascolta le loro esigenze e desideri, i lavori da fare per riportare gli strumenti al loro antico splendore; la produzione ha il compito e l’onere di concretizzare ciò che il cliente vuole e segue a livello pratico il progetto ricevuto.

“Trovo il laboratorio interessante perché si lavora in gruppo”; “è bello, perché elaboro i progetti pensati dai miei amici”. La forza più grande di questa attività, come ci raccontano Lorenzo e Gabriele, è il contesto di gruppo e di cooperazione, uno scambio continuo di idee e competenze che pian piano vengono trasferite da un partecipante all’altro dando vita ad un insegnamento tra pari, che permette a tutti di esprimere il loro pensiero ed essere ascoltati.

Il laboratorio di liuteria è un servizio che il CAD Bisboccia svolge per la comunità e per chiunque abbia voglia di riportare la propria chitarra o strumento musicale a nuova vita o farlo diventare tutta un’altra cosa come una lampada, un orologio o una mensola!

“Lavorare con le chitarre è molto bello, sono felice, mi piace molto. Quando ho visitato la scuola per liutai ho imparato che il legno è un materiale vivo e lavorarlo e prendermene cura mi piace molto” racconta un altro giovane impegnato in questa attività. “Il laboratorio di liuteria serve per riparare e reinventare gli strumenti, siamo una squadra di fiducia” è il commento di un altro partecipante a questo gruppo.

È con questi pensieri che vi invitiamo a contattarci per riparare chitarre o strumenti oppure donarli; gli daremo nuova vita! Un’attività che insegna anche l’importante valore della riparazione, del riuso e della sostenibilità!

Chi fosse interessato può scrivere a eleonora.quatela@cascinabiblioteca.it

I ragazzi del laboratorio: Mariem, Carlo Ba., Carlo B., Lorenzo, Guido, Matteo, Costanza, Marco, Manuel, Elisa, Gabriele, Pietro, Giulia, Andrea e Valeria insieme all’équipe del CAD Bisboccia

 

23 febbraio 2024

A CHI SI RIVOLGE?

ARTICOLI CORRELATI