Il Vagone

Cosa ci fa una carrozza di un vagone degli anni 20 in Cascina Biblioteca?

Ecco qualche curiosità sulla sua storia…

La storia di questo vagone è legata a quella di Cascina Biblioteca dalla fine degli anni 80, quando viene portato qui da Anfass a cui era stato donato.

Ai tempi la Cooperativa Cascina Biblioteca non esisteva ancora…esisteva Anfass ed esistevano dei progetti rivolti a persone con disabilità.

Nei primi anni 90, quando grazie a un fondo sociale europeo si comincia a lavorare in maniera più strutturata ai progetti in corso, il vagone diventa un fulcro importante nella quotidianità di questo posto: diventa mensa, sala riunioni, ufficio…ai tempi c’era ancora il suo riscaldamento autonomo originale che funzionava a petrolio e che riscaldava i sedili da sotto producendo un caratteristico rumore di sottofondo!

Col tempo però la necessità di avere veri uffici, una mensa e una sala riunioni diventa prioritaria e il vagone viene abbandonato per un lungo periodo.

Ma il cambiamento è sempre in agguato e, dopo essersi trasformato in sede della Lipu Milano per un breve periodo, adesso si è compiuta una nuova trasformazione che darà a questa carrozza degli anni 20 una nuova linfa vitale: il nostro vagone è diventato un bar!

Un bar sociale, ovviamente, dove lo spirito di Cascina Biblioteca si esprime nel suo massimo grado: un bar per chi viene qui, per chi ancora non ci viene e un luogo per organizzare eventi, momenti di incontro, occasioni per stare insieme.

Ma anche un bar dove persone con fragilità potranno mettersi al servizio della comunità e del territorio, trasformandosi in grande risorsa e trasformando il vagone in luogo di inclusione sociale e lavorativa.

La scelta del nome del bar è stata molto immediata: IL VAGONE! 

A settembre grande inaugurazione…

+Copia link