Area Anziani

La Cooperativa Cascina Biblioteca si sta muovendo per intercettare l’universo delle persone anziane, partendo dal conosciuto, ossia
da riflessioni di genitori, ormai anziani, di persone che ogni giorno vivono
la Cascina.

Filo conduttore
dell’esperienza maturata sin qui con gli anziani è stato il porsi in una
dimensione di ascolto rispetto alle persone, alla loro voglia di fare cose, di
vivere esperienze, di non darsi limiti.

Le prime sperimentazioni risalgono al 2010, quando gruppi di anziani e grandi anziani, hanno iniziato a frequentare la Cascina. Da ciò sono nate collaborazioni con RSA e Centri Anziani. La proposta iniziale ha riguardato le attività con gli animali: asini, cavalli, capre e animali da cortile. In questa dimensione agreste abbiamo sperimentato come, attraverso strumenti naturali dati da piante e animali, persone anziane anche con problemi e patologie croniche, hanno migliorato la propria qualità di vita. Gli aspetti che hanno visto maggior incremento sono stati:

  • La memoria: gli operatori hanno raccolto le storie delle persone (avevo le mucche…. Avevo le galline… vivevo in campagna…); la memoria olfattiva (il ricordo degli odori legati alla stalla e al verde);
  • La motricità ed il recupero di alcuni movimenti dimenticati (motoria tattile),
  • L’ascolto: si è evidenziato come elemento fondamentale un ascolto attento e dedicato da parte degli operatori verso la persona;
  • La presenza di persone fragili non si è mostrata elemento problematico bensì di stimolo relazionale per il gruppo di anziani.

A questa prima esperienza si è affiancata una proposta di animazione che utilizza lo strumento del teatro, intessendo un “dialogo dove tutto è possibile”. Ecco allora che nel cortile di un caseggiato della città, (Municipio 9), un gruppo di donne ultra 70enni si mettono in gioco e, guidati dalla regista, si trasformano in alimenti. Il mimo ed il sorriso sono gli ingredienti che danno successo a questa esperienza, tuttora in corso.

L’assunto che ne deriva è che la vita delle persone anziane non è solo giocare a carte o fare la maglia ma anche offrire spunti diversi.

L’evoluzione di Cascina Biblioteca in relazione alle persone anziane è proseguita con l’attivazione, nel 2015 in seguito all’accreditamento con il Municipio 3, di un Servizio Domiciliare. In stretta collaborazione con il SSTP del Comune di Milano, la Cooperativa affianca persone anziane al proprio domicilio svolgendo attività di igiene personale ad ambientale. Un punto fondamentale è l’attenzione particolare all’ascolto, al dialogo, e alla socializzazione di persone che vivono sole. Passeggiate, un caffè, sono semplici ma importanti momenti in cui la persona non è sola e ritrova un riferimento, una relazione.

Nel gennaio 2017 il lavoro con gli anziani si è nuovamente evoluto, dando vita ad una Domiciliare di gruppo presso lo spazio “La Tenda”, nel Municipio 3. E’ un luogo ludico- ricreativo e di vicinanza (prossimità), frequentato da una decina di persone per 3 mezze giornate la settimana. Fulcro dello spazio di prossimità è tanto semplice quanto importante: la socializzazione, il non essere soli, avere un riferimento per la prenotazione delle visite mediche, avere un numero di telefono che corrisponde ad una persona fisica, conosciuta e presente.

La Cooperativa sta, inoltre lavorando al progetto Molino San Gregorio, un contesto di housing sociale in cui Cascina Biblioteca si occuperà di una Residenza comunitaria per Anziani. Su tale progetto la Cooperativa ha ottenuto un finanziamento da parte di Fondazione Cariplo.

Forte di queste esperienze, piccole ma significative, Cascina Biblioteca si propone di continuare a lavorare con gli anziani in un’ottica di vicinanza alle persone al territorio e proponendo continua innovazione.

Responsabile:

Monica Villa

monica.villa@cascinabiblioteca.it

+Copia link