Agricoltura sociale KM 0

Cascina Biblioteca ha deciso di riscoprire la sua tradizione agricola quasi millenaria e di tornare a coltivare in proprio gli 8 ettari di pertinenza.

Oltre al fieno per i nostri cavalli e ai fiori per le api che producono il nostro miele, abbiamo destinato più di un ettaro alla coltivazione degli ortaggi.

Non solo le ormai tradizionali zucche ma anche tanto altro: pomodori, melanzane, peperoni, patate, fagioli, cornetti, lattughe, erbette, barbabietole, sedano, prezzemolo e basilico stanno già crescendo, e presto arriveranno anche cavoli broccoli verze e tante altre verdure.

Questi ortaggi sono 3 volte sani, perchè:

sono biologici (per avere il bollino ufficiale dovremo aspettare ancora due anni, ma già da subito nessun prodotto chimico verrà impiegato per coltivarli)

sono a kilometro zero (chi vuole può coglierli direttamente dalla pianta);

sono etici perchè grazie a questo progetto potremo assumere 3 nuove persone disabili.

Il nostro sogno è quello di fornire il nostro mercato interno, cioè utilizzare i prodotti qui coltivati per rifornire la mensa, le nostre residenze, il ristorante didattico e il ristoro sul vagone che presto inizieranno le loro attività…

Per l’acquisto delle nostre verdure abbiamo allestito un locale vendita proprio
davanti al campo coltivato (vicino alle scuderie dei cavalli),
attivo tutti i giorni dalle 14 alle 17.

Responsabile: Thomas Giglio al 3351010707 thomas.giglio@cascinabiblioteca.it)

Aiutateci a coltivare il nostro sogno!

+Copia link