0221591143

Emergenza Ucraina

Accogliamo a braccia aperte!

Quando è iniziata l’emergenza dei profughi in esodo dall’Ucraina e abbiamo saputo che vicino ai nostri territori tante famiglie avevano bisogno di ospitalità, NON CI SIAMO TIRATI INDIETRO!

Abbiamo predisposto all’accoglienza alcuni spazi in Cascina Nibai e ABBIAMO RIORGANIZZATO IL NOSTRO LAVORO A FIANCO DI QUESTE PERSONE FRAGILI, attivandoci per questa piccola comunità.

TRASFORMIAMO L’EMERGENZA IN ACCOGLIENZA!

Non ci siamo mai occupati di accoglienza ai profughi prima d’ora, ma abbiamo scelto di percorrere questa nuova strada perché la nostra mission è quella di rispondere ai bisogni delle persone fragili. Le fragilità sono aumentate e sono cambiate dal 2020 ad oggi e noi sentiamo di dover soddisfare nuove esigenze, nonostante le difficoltà.

Dai primi di marzo accogliamo in Cascina Nibai:

  • 7 adulti, tra cui 4 donne, 1 persona anziana, 1 uomo e 1 ragazzo
  • 9 bambini dai 2 ai 12 anni

(era arrivata recentemente anche una nuova famiglia, una mamma e due bambine, ma sono rientrate in Ucraina).

Abbiamo aperto le porte della nostra cascina offrendo semplici alloggi e semplici pasti nel nostro agriturismo e abbiamo coinvolto la nostra comunità. Tanti colleghi, soci, volontari, cittadini, la Caritas e il comitato di Gorgonzola della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, da sempre impegnata nell’ospitalità terapeutica dei bimbi bielorussi e oggi focalizzata nel supporto della comunità ucraina, hanno unito le loro forze per questo obiettivo. Tutti insieme hanno contribuito ad allestire gli alloggi e a portare tutto ciò che era necessario per renderli confortevoli.

Abbiamo il sostegno della nostra comunità e per noi è fondamentale.

Ma questo non basta, queste persone staranno con noi per molto tempo, non sappiamo quanto! Dopo lunghissimi viaggi arrivano qui e nei posti più diversi in Europa, qualcuno di loro viveva una vita semplice ma dignitosa, altri invece vivevano già in condizioni di disagio. Per loro è molto difficile capire come sta cambiando la loro vita e accettare uno sconvolgimento così forte. Hanno dovuto lasciare tutto e partire.

Basta poco per abbattere le distanze e capire che hanno bisogno di noi.

Nataliia, Sergii, Serhii, Ivan, Maxim, Artem, Olena, Nina, Eva, Yuliia, Artem, Aleksandra, Mark, Kseniia, Arina, Aleksandr oggi sono tra noi. Un sorriso e un “grazie” appena accennato perché non parlano italiano, un abbraccio, una pacca sulla spalla, gli occhi gonfi, un bambino felice perché gli hai portato un gioco o delle scarpe nuove o perché corre nel parco e mangia un gelato. Questi gesti ci fanno sentire VICINI.  Qui non si sentono soli perché sono immersi nell’atmosfera della cascina, con i giovani lavoratori di Cascina Nibai pronti ad accoglierli, mangiano insieme e possono condividere i loro bisogni.

Per continuare a fare tutto questo, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Aiutaci a NON LASCIARE SOLE le donne, gli uomini e soprattutto i bambini ucraini che ospitiamo.

Trasforma con noi l’EMERGENZA in ACCOGLIENZA!

Piccoli gesti quotidiani possono fare la differenza:

  • Con 10 euro doni un piatto caldo > un pasto per due persone al giorno
  • Con 25 euro doni un gesto di cura > l’acquisto di farmaci e DPI
  • Con 50 euro doni un gesto che avvicina > l’acquisto di ciò che è necessario per loro (accessori per la casa, vestiti)
  • Con 90 euro doni un gesto che fa gioire > un momento di svago per gli 11 bambini

IL NOSTRO SFORZO

  • accoglienza di 16 ospiti in Cascina Nibai a Cernusco sul Naviglio (erano 20 ma alcune persone si sono spostate e sono rientrate in Ucraina)
  • pasti e colazioni
  • sostenimento dei costi di energia elettrica, acqua calda, utilizzo elettrodomestici, rete internet, etc.) per alcuni mesi (al momento non sappiamo quanti)
  • gestione pratiche burocratiche (questura, vaccini, documenti sanitari, etc…)
  • proposta di attività per i bambini e la predisposizione degli strumenti per andare a scuola – da fine aprile alcuni bambini vanno a scuola a Cernusco sul Naviglio, per altri mancano ancora i documenti sanitari necessari
  • progettazione di un percorso di vita e di una proposta lavorativa per alcuni degli adulti
  • accompagnamento a fare visite mediche, dentistiche, oculistiche, pediatriche
  • supporto piscologico per la gestione della situazione drammatica del loro paese e delle loro famiglie
  • offerta e l’accompagnamento a attività ricreative e di svago per tutti (parco, sport, giro in paese, gita)
  • un viaggio a Cracovia con il nostro pulmino da parte di due soci, Giuseppe e Luca, per portare aiuti umanitari e offrire un passaggio ad alcune persone per venire in Italia
  • cene di raccolta fondi organizzate presso Cascina Nibai a base di piatti ucraini cucinati insieme agli ospiti

Per contribuire alla raccolta fondi è possibile effettuare una donazione in uno dei seguenti modi:

  • con Paypal: mail cascinabiblioteca@cascinabiblioteca.it
  • con bonifico bancario usando il seguente IBAN: IT26G0503401751000000024965 intestato a Cascina Biblioteca – Causale “Donazione accoglienza profughi ucraini”
  • sulla piattaforma Rete del Dono

SEI UN’AZIENDA e vuoi dare il tuo contributo? Contattaci scrivendo a Elena Romano – comunicazione@cascinabiblioteca.it

Grazie per il tuo prezioso contributo!

 LA NOSTRA MISSION

Ogni giorno, attraverso il nostro agire, ci prendiamo cura, promuoviamo e miglioriamo la qualità della vita di persone con fragilità, co-progettando e realizzando risposte ai bisogni di lavoro, accoglienza e assistenza; contribuiamo a realizzare una cooperativa sociale in grado di creare buon lavoro e socialità.

A CHI SI RIVOLGE?

La solidarieta' di Cascina Bibilioteca

Uno sguardo appassionato verso l'altro
  • © Copyright Cascina Biblioteca Società Cooperativa Sociale Di Solidarietà A R.L. Onlus. All Rights Reserved.
  • P. IVA 11656010151
  • IBAN: IT26G0503401751000000024965
  • Privacy
  • Video Policy
  • Cookie Policy